Michele

Michele

Mercoledì, 15 Maggio 2019 10:23

CORRI PER LA CRI

 PROGRAMMA :

ore 10.00 : Inizio delle attività dimostrative presso le aree espositive, saranno presenti tutte le nostre specialità  Volontari del Soccorso Emergenza / Urgenza - S.M.T.S. - Cinofili - Soccorritori su Pista - ... ;

L'attività sarà rivolta a tutta la cittadinanza con particolare riferimento alle scolaresche ;

ore 11.00 : Apertura delle iscrizioni alla camminata presso il desk dedicato - Offerta LIBERA ;

ore 14.30 : Chiusura delle iscrizioni ;

ore 15.00 : Partenza camminata non competitiva ( 5 km - 10 km ) ;

ore 17.00 : Cerimonia di Premiazione .

Tracciati :

5 km per camminatori : Partenza Piazza Garibaldi - percorrenza asse argine torrente Mallero - giro di boa Parco Bartesaghi - Arrivo in Piazza Garibaldi ;

10 km per podisti : Partenza Piazza Garibaldi - percorrenza asse argine torrente Mallero - giro di boa Ponte di Caiolo - Arrivo in Piazza Garibaldi ;

Premiazioni :

Verranno premiati :

- I primi 3 arrivi adulti di sesso maschile di entrambe le gare ;

- I primi 3 arrivi adulti di sesso femminile di entrambe le gare ;

- I primi 3 arrivi bambini di età inferiore di entrambe le gare ;

- La Società Atletica con il maggior numero di partecipanti.

 

REGOLAMENTO

In occasione della “Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre” la Croce Rossa Italiana lancia “NON SONO UN BERSAGLIO”, la campagna che denuncia il costante intensificarsi di attacchi agli operatori sanitari nei teatri di conflitto in tutto il mondo, ma anche in “insospettabili” contesti come le città e le province italiane. 

L’iniziativa sarà veicolata da oggi attraverso i canali RaiMediasetLa7Gruppo Mondadori e nei circuiti cinematografici ANEMMOVIE MEDIA e SPAZIO CINEMA ANTEO. Testimonial della campagna Fortunato Cerlino, noto attore della celebre serie tv “Gomorra”, che ha doppiato lo spot prodotto dal Comitato Internazionale di Croce Rossa (CICR). 

Tra le azioni promosse con la campagna “NON SONO UN BERSAGLIO” c’è il lancio di un “Osservatorio” della Croce Rossa Italiana sulle aggressioni subite dai suoi operatori, con l’intento di censire i rischi legati al volontariato durante le attività svolte, evidenziare i contesti di maggior pericolo, fino ad arrivare all’elaborazione di proposte concrete

L’Osservatorio è già attivo e sta raccogliendo numerose denunce. Sarà poi diffuso un Decalogo nelle ambulanze CRI e in tutti quei mezzi e luoghi di soccorso che aderiranno all’iniziativa. In programma un Convegno internazionale a Roma, presso lo Spazio Europa, Via Quattro Novembre 149, il prossimo 15 febbraio, e numerose attività nelle piazze organizzate dai Comitati CRI su tutto il territorio nazionale.


La Presidenza del Consiglio dei Ministri è partner della campagna, insieme al Ministero della Salute e alla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea. Altro media partner dell’iniziativa, la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC)

“I Governi e le Istituzioni - sottolinea Francesco Rocca, presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa - possono fare molto, sia a livello internazionale - perché perfino le guerre hanno regole e feriti e soccorritori devono essere protetti, in ogni circostanza - che a livello nazionale, per far luce sul preoccupante fenomeno. L’opera di sensibilizzazione deve essere capillare: perché colpire chi porta soccorso significa annichilire la speranza, la civiltà, il futuro stesso”.

 
 
 

Maltempo in Valtellina, martedì scuole chiuse in tutta la provincia di Sondrio

Il Prefetto ha comunicato la chiusura degli istituti, di ogni ordine e grado, a causa dell'ondata di maltempo che sta investendo la zona.

 

 

Sondrio, 29 ottobre 2018 - Scuole chiuse, tutte, anche in provincia di Sondrio nella giornata di domani, martedì 30 ottobre, a causa dell'ondata di maltempo che in queste ore sta investendo anche la Valtellina e la Valchiavenna. 

FRANCO 2

 

Il Consiglio Direttivo CRI Sondrio con tutti i Volontari e dipendenti si unisce al dolore dei familiari per la tragica scomparsa del responsabile Volontari dell’Unità Territoriale Valmalenco Franco Ferrari, il nostro “Schick”, da più di trent’anni attivo in Croce Rossa, sempre attento ai bisogni del suo territorio, guida per i giovani e prezioso Volontario.

Ciao, Schick, il tuo sorriso e il tuo ricordo saranno sempre con noi……

Mercoledì, 26 Settembre 2018 14:26

Trasporti Sanitari

Pagina in allestimento

Mercoledì, 26 Settembre 2018 10:12

Formazione

 

Pagina in allestimento

Gli effetti di un incidente o di disastro possono essere contenuti se la situazione è stabilizzata il prima possibile, ovvero, se l’intervento dei soccorsi è tempestivo e qualificato al fine di salvare vite e fornire assistenza immediati alle comunità colpite. La Croce Rossa Italiana -nel quadro dei propri: “Obiettivi strategici 2020”- ha definito i criteri mediante i quali intende garantire una risposta efficace e tempestiva alle emergenze nazionali ed internazionali, come lo sviluppo di un dispositivo per la gestione sistematica delle emergenze e dei disastri, nonché la organizzazione e l’addestramento dei volontari.

87dd1ae7 e3bf 4d71 afd7 cf1d6534956e   e00f47ed 949a 490d b40d bedacac12da8   b28f7983 86dd 4c17 873b 7f564d879957   b18654aa 3ecf 4ac0 a47b dba619df6a42

Per conseguire tali obiettivi è necessario attuare programmi di formazione e addestramento rigorosi, che contemplino le diverse discipline afferenti agli scenari prevedibili.

I Soccorsi con Mezzi e Tecniche Speciali (SMTS) della CRI rispondono perfettamente a tali esigenze, poiché sono formati e addestrati a portare il soccorso sanitario alle vittime di eventi accidentali, avvenuti nei luoghi ostili e nelle situazioni complesse.

Il profilo professionale dell’Operatore Ricerca e Soccorso SMTS, infatti, è caratterizzato da spiccate vocazione e preparazione sanitarie, nonché, da conoscenze in varie materie scientifiche (cartografia e orientamento, meteorologia e climatologia, nutrizione e allenamento, psicologia del soccorso, psicopatologia del disperso, ecc.) e competenze tecniche (navigazione terrestre con ausilio di sistemi GPS, lavoro e soccorso con funi, ecc.).

Queste peculiarità distinguono positivamente questa figura da altre simili nel campo del soccorso. Vale la pena, in tal senso, enfatizzare la natura dei primi caratteri, rispetto agli altri, significando come ad esempio l’uso di sistemi di accesso, posizionamento e soccorso con funi, rappresenti soltanto un mezzo con cui intervenire in determinati scenari incidentali. Trattandosi, tuttavia, di pratiche che possono esporre l’Operatore, nonché le persone soccorse mediante tali tecniche, a rischi gravi o mortali quali le cadute dall’alto, nel percorso formativo dell’Operatore, ai vari livelli, sono contemplate numerose sessioni teorico-pratiche dedicate a queste delicate manovre di corda.

Qui di seguito un elenco non esaustivo degli scenari in cui i SMTS sono chiamati ad intervenire:

v  RICERCA E SOCCORSO (S.A.R. Search And Rescue):

ü  Persone disperse e/o scomparse in superficie;

ü  disperse e/o sepolte sotto, frane e smottamenti;

ü  disperse a bordo di aeromobili in zona impervia e no.

v  RICERCA E SOCCORSO PERSONE IN AMBIENTE URBANO (U.S.A.R. Urban Search And Rescue):

ü  Persone disperse e/o sepolte sotto le macerie;

v  SOCCORSO ED EVACUAZIONE DI PERSONE:

ü  vittime di eventi atmosferici ed altre cause accidentali, come intense precipitazioni nevose, alluvioni, ecc.;

ü  da edifici civili;

ü  da impianti industriali;

ü  da infrastrutture e sistemi di trasporto (viadotti, ponti, gallerie, metrò, navi, ecc.);

ü  da ambienti sospetti di inquinamento e spazi confinati (cunicoli, pozzi, silos, ecc.);

ü  recupero di animali o cose in luoghi impervi;

v  ASSISTENZA A GRANDI EVENTI E MANIFESTAZIONI A MASSICCIO AFFLUSSO DI PUBBLICO.

In Lombardia i SMTS sono strutturanti mediante:

N. 1 Nucleo Regionale;

N. 3 Squadre Territoriali:

  • Squadra SMTS Lombardia Nord-Occidentale (CO-LC-SO-VA)
  • Squadra SMTS Lombardia Sud-Occidentale (MB-MI-LO-PV)
  • Squadra SMTS Lombardia Orientale (BG-BS-CR-MN)
Lunedì, 09 Aprile 2018 09:46

Per Assistenza a Manifestazioni

 

  1. Compila il MODULO CRI e inoltralo all'indirizzo sondrio@cri.it oppure contattaci 
  2. Quando riceveremo la richiesta sarà nostra premura confermare la presenza con un successivo preventivo
  3. Una volta che confermeremo la nostra presenza e il preventivo sarà da Voi accettato vi dovrete collegare al sito www.games.areu.lombardia.it iscrivendovi come ente organizzatore (vi verrà richiesto di registrarvi al portale, inserendo una username e una password che poi riutilizzerete per tutti gli accessi futuri).
  4. Una volta registrati in questo portale inserite l’evento per il quale necessitate l'assistenza. Vi verrà in automatico calcolato il punteggio di rischio, attenzione al numero mezzi che il sistema vi assegna, può variare in base ai parametri che inserite. 
  5. Per informazioni tecniche contattateci al numero 329.8085895

                               

N.B. nella scheda su games denominata “SOGGETTO e RISORSE” indicare come soggetto che effettua l’assistenza “CRI SONDRIO” , responsabile MICHELE MALTESE e indirizzo Email michele.maltese@lombardia.cri.it

 

OBBLIGHI IN MATERIA DI ASSISTENZA SANITARIA PER EVENTO O MANIFESTAZIONI PROGRAMMATE

La DGR Lombardia 7 Ottobre 2014 n° X/2453 ha introdotto una serie di obblighi a cui sono sottoposti gli organizzatori di eventi o manifestazioni programmate.
In sintesi:

  1. gli organizzatori, utilizzando la Tabella di cui all'allegato A1 della DGR, devono quantificare il livello di rischio relativo all'evento;
  2. per gli eventi con rischio molto basso o basso dovranno comunicare all'AREU lo svolgimento dell'evento almeno 11 giorni prima del suo inizio; per quelli con rischio moderato o elevato la comunicazione dovrà avvenire almeno 30 giorni prima dell'inizio dell'evento e dovrà essere trasmesso il Piano di soccorso sanitario (da redigersi con l'assistenza di un'associazione di soccorso sanitario scelta dall'organizzatore); per quelli con rischio molto elevato la comunicazione dovrà avvenire almeno 45 giorni prima dell'inizio dell'evento ed il Piano di soccorso sanitario dovrà essere preventivamente validato dall'AREU.

 

Per maggiori informazioni e scaricare la modulistica si rimanda al sito di AREU:  games.areu.lombardia.it   games lomb2

 

 

Lunedì, 09 Aprile 2018 09:13

Codice Etico

Codice Etico della Croce Rossa Italiana
 
 

Il Codice etico e di buona condotta è un codice di comportamento cui hanno l’obbligo di attenersi e conformarsi coloro che, a qualsiasi titolo, fanno parte dell’Associazione della Croce Rossa Italiana e agiscono in essa, con l'obiettivo di promuovere la dignità delle persone in ogni luogo.

Qualsiasi azione non può prescindere dal rispondere positivamente alle seguenti domande:

 
  • È quest’azione in accordo con i Principi Fondamentali e con il Codice di condotta?
  • È quest’azione conforme alle politiche, procedure e linee guida?
  • È quest’azione lecita secondo le leggi del paese in cui sono?
  • Quest’azione mette in luce positivamente, o almeno non negativamente, me e la Croce Rossa Italiana?
  • Esiste un’azione alternativa per cui io possa rispondere “sì” per ognuna di queste domande?
 

Il codice etico è finalizzato alla realizzazione di un sistema di azione teso a garantire procedure e comportamenti volti a prevenire attività illegittime o illecite, a migliorare l’efficienza, l’efficacia, la trasparenza dell’azione amministrativa e la qualità della regolazione, a soddisfare i bisogni della collettività, informando la stessa dei comportamenti che può attendersi da chiunque opera per conto della Croce Rossa Italiana.

 

Scarica il Codice Etico della Croce Rossa Italiana (692.59 KB)Scarica il Codice Etico della Croce Rossa Italiana