Notizie

Una vettura per il trasporto dei malati di cancro valtellinesi che hanno bisogno di cure particolari in ospedali milanesi o in altre parti di Lombardia. E’ quella donata da Cancro Primo Aiuto, grazie alla collaborazione con Autotorino, alla Croce Rossa di Sondrio. La consegna è avvenuta il 31 gennaio presso l’agriturismo “La Fiorida”, a Mantello (So). A ricevere le chiavi dell’auto, consegnate da Oriano Mostacchi, vicepresidente di Cancro Primo Aiuto e responsabile dell’area valtellinese, era presente la presidente della CRI di Sondrio, Giuliana Gualteroni, accompagnata da un gruppo di volontari che effettuano il servizio.

«Purtroppo sempre più persone hanno bisogno di questa attività – ha spiegato la presidente della Croce Rossa di Sondrio – Si tratta spesso di bambini che, accompagnati dalla mamma, portiamo al San Gerardo di Monza, al Niguarda di Milano o al Policlinico San Matteo di Pavia. Noi troviamo le persone che guidano il mezzo, ma se non ci fosse Cancro Primo Aiuto che ci mette a disposizione le auto sarebbe impossibile garantire questo servizio»

1111

«Il rapporto con la Croce Rossa di Sondrio va avanti da diversi anni – ha continuato Mostacchi – Noi mettiamo a disposizione i mezzi e loro trovano i volontari per garantire ai malati valtellinesi il trasporto in ospedale per sottoporsi alla cure. L’anno scorso abbiamo donato un pullmino che permette a tante persone di recarsi all’ospedale di Sondrio per sottoporsi a radioterapia senza gravare sui propri familiari. E’ un servizio di cui si sente sempre più la necessità».

Domenica 4 febbraio 2018 alle ore 15.30 presso Grand hotel Bagni Nuovi - Valdidentro - BORMIO

LOCANDINA pdf2

Semplicità e amore per gli animali....ecco ciò che contraddistingueva Andrea e che tutti ricorderanno di lui. Con la sua pacatezza era in grado di accettare tutto. Chi non l'ha mai sentito dire: "a per mi l'è istes"??. Tutta Croce Rossa si stringe intorno alla famiglia e alla fidanzata Silvia.

CIAO ANDREA 

Incontro intenso e produttivo con le maestre e gli alunni delle classi quarte della primaria Damiani; tema l'alluvione del 1987 e le attività della Croce Rossa. Ancora un grazie alla maestra Annamaria Frigerio per averci coinvolto e complimenti per l'ottimo lavoro svolto con gli alunni.

Siamo lieti di presentare questa bella iniziativa e vi informiamo che il testo è disponibile anche in Comitato. I proventi raccolti permetteranno di acquistare una sedia meccanizzata. Sempre presso la sede del nostro Comitato sono disponibili i panettoni solidali di Croce Rossa a offerta libera.

 

 

 

PRESENTAZIONE 

Libro ‘L Vangèl

 Il Vangelo tradotto totalmente con il linguaggio dei nostri nonni. Un libro, fresco di stampa, di quasi 400 pagine, che ripercorre in modo del tutto originale la storia di Gesù trascritta in forma dialettale. In pratica con il linguaggio di un tempo, quello della nostra parlata rurale valtellinese e valchiavennasca. Il tutto amalgamato con decine e decine di foto ad effetto china riprodotte dal celebre Codice De Predis, datate1400 e depositate presso la Biblioteca Reale di Torino, con uso autorizzato del Ministero dei Beni culturali.

Questo l’ambizioso progetto editoriale e di volontariato dal titolo «‘L Vangèl» scritto dal sociologo sondriese Massimiliano Gianotti con la presentazione di autorevoli personaggi quali il vescovo emerito di Como, Diego Coletti; il glottologo e direttore dell’Istituto di dialettologia e di etnografia Valtellinese e Valchiavennasca, don Remo Bracchi; il presidente della Provincia, Luca Della Bitta, più il presidente Croce rossa della provincia di Sondrio, Giuliana Gualteroni.

«Come aveva suggerito il vescovo emerito Coletti, la Bibbia ed in particolare i Vangeli sono stati tradotti in tutte le lingue del mondo, ma affettivamente mancava quello nella nostra parlata di valle - racconta l’autore Gianotti -.

Ecco allora l’idea di lavorare sul Vangelo, che è stata un’esperienza unica che mi ha impegnato per quasi tre anni. La prima fase è stata quella di studiare i quattro Vangeli canonici ricavandone un’unica storia sulla traccia degli scritti del filosofo Hegel e del cardinale Martini oltre ai suggerimenti di un amico teologo. Poi c’è stata la trascrizione in dialetto scegliendo una formula che fosse comprensibile per tutti, quindi senza l’uso di termini propriamente legati ad un territorio o a un campanile, ma cercando di mantenere una nostra poetica dialettale e culturale di valle».

Il testo è uscito questa settimana destando molta curiosità. «Il libro è veramente originale e tanta gente sta acquistando anche più copie con dei feedback molto positivi – continua Gianotti -. Per questo dobbiamo ringraziare tutti i collaboratori ed i lettori perché il libro, oltre all’ambito culturale, abbraccia anche la sfera sociale». E proprio in questo contesto di solidarietà è stata chiamata in causa la Croce Rossa dove l’autore Gianotti è volontario dal 1995. «Come Cri di Sondrio ringraziamo il nostro volontario Massimiliano per aver deciso di devolvere, parte dei proventi di vendita del libro, per l’acquisto di una sedia meccanizzata da utilizzare per il trasporto di malati ed anziani -  aggiunge il presidente della Cri in provincia di Sondrio, Giuliana Gualteroni -. Nei nostri paesi ci troviamo sempre più spesso ad effettuare trasporti tra case strette e scale impervie. Per questo l’acquisto della sedia meccanizzata verrebbe utile per i pazienti, ma anche per il lavoro dei soccorritori». Il libro è disponibile presso tutte le librerie e le edicole della provincia al costo di 18 euro.

 

                                 IMG 1495

 

Fotografia allegata: in centro l’autore e sociologo sondriese Massimiliano Gianotti e ai due estremi la presidente Giuliana Gualteroni ed il presidente onorario Sergio Bonvini della Croce Rossa Italiana della provincia di Sondrio.

 

17 dicembre, Aprica

Il Comitato Regionale lombardia organizza una selezione attitudinale per coloro i quali fossero interessati a partecipare al corso di formazione utile per aquistare la qualifica di "Operatore di Soccorso su Piste da Sci". La selezione è aperta a tutto il personale dipendente e volontario che abbia raggiunto la maggiore età e sia in regola con l'iscrizione annuale e la qualifica del soccorso (certificazione regionale soccoritore-esecutore). La selezione prevista per il giorno Domenica 17 dicembre 2017, si svolgerà presso la stazione di Aprica (Sondrio) a cura del Comitato di Sondrio. La quota per la partecipazione è fissata in € 15.00 ed è a carico dei partecipanti. La quota di iscrizione NON comprende le spese per ski-pass giornalieri, viaggio, pranzi, cene, pernottamenti che potranno essere acquistati direttamente a prezzo convenzionato. iscrizione entro il 10 dicembre. È necessario trasmettere la propria candidatura all'indirizzo comunicazioni.usps@gmail.com                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     SCARICA IL BANDO  sci 318 9893                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               SCHEDA ISCRIZIONE

       LOCANDINA                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        

Eletto con maggioranza assoluta a capo del più grande network umanitario del mondo

Francesco Rocca è il nuovo presidente della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, il network globale umanitario più grande del mondo. Eletto ad Antalya, in Turchia, al primo turno con la maggioranza assoluta dei voti (98 su 178 votanti), Rocca è il primo italiano a ricoprire la prestigiosa carica internazionale

 

T 4f2d97804b88ef53aaef8a428631a15a 900x600

 

Dedico questa importante vittoria ai volontari della Croce Rossa Italiana di cui sono orgoglioso. Ringrazio tutte le Società Nazionali della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. Ora dobbiamo seguire il faro di nostri Principi e, allo stesso tempo, fornire risposte pragmatiche in tutto il mondo alle numerose sfide umanitarie.
                                                                                                                                                                                                                                                                                                    
 
                                                                                                                                                                                                                                                                
T cb5ea63ec7eb45d9807d612a0dd5c02a 900x600T 858c3d1445c2ce55c2b55be92748c2c4 900x600
 
 
Fondata nel 1919, la Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa raggiunge 150 milioni di persone in 190 Paesi nel mondo, attraverso l’operato di oltre 17 milioni di volontari.

Francesco Rocca nasce a Roma nel 1965. Dopo una lunga attività come avvocato e nel campo del volontariato, dal 2013 è Presidente della Croce Rossa Italiana e Vicepresidente della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa. Nel 2016, conclusa la storica riforma dell'Associazione, viene eletto nuovamente dai volontari della Croce Rossa Italiana.

Cerimonia per inaugurazione della nuova ambulanza che verrà alla presenza dei familiari intitolata al Volontario Cesare Della Nave.

Il nuovo Arciprete di Sondrio impartirà la Santa benedizione.

Sabato 21 Ottobre presso la sede Croce Rossa a Sondrio - piazzale Croce Rossa, 1.

 

 IMG 1181

 

La Croce Rossa Italiana - Comitato di Sondrio effettuerà una "Raccolta Alimentare" sabato 7 ottobre presso l'Iperal di Sondrio e il prossimo sabato giorno 14 ottobre all'Iperal di Bianzone; dalle 9.00 alle 18.00 i Volontari chiederanno ai clienti di questi supermercati un piccolo aiuto in prodotti alimentari. Lo sportello sociale dell'associazione, è attualmente gestito da Tiziana Cao, delegato Area 2 e con l'aiuto dei Giovani della CRI coordinati da Simone Fanoni, Delegato Area 5. Decine sono le famiglie aiutate anche con il supporto del Banco Alimentare ma, visto  il costante aumento del numero di richieste, è necessario ricorrere a  raccolte straordinarie. Ai clienti che vorranno aderire all'iniziativa, i volontari consegneranno un volantino e daranno suggerimenti.

 cesare

Ci ha lasciati il nostro Cesare Della Nave, entrato a far parte del Comitato di Sondrio dal 1972. Un grande Volontario e soprattutto un Maestro di vita; è stato per noi guida ed esempio di come si possono vivere gli ideali e i principi della Croce Rossa nel servizio per la Comunità. Il suo ricordo e il suo insegnamento Lo terranno sempre presente tra noi.

Ci stringiamo tutti attorno alla Sua famiglia.

Località cancano a mt 2350 per sminamento da residuato (guerra 15/18)

Volontari del Soccorso di Sondrio e Tirano con Infermiere volontarie del corpo militare